Le scommesse clandestine negli USA. In questo articolo non parliamo delle solite scommesse sportive oppure dei casinò online classici, ma di giocate clandestine negli USA. Dai primi anni ’50 fino alla sua morte alla fine del 2008, Frank Rosenthal è stato uno di più grandi e famigerati nomi nel mondo delle scommesse clandestine negli USA e del gioco d’azzardo. Fin da giovane, Rosenthal è stato coinvolto in organizzazioni criminali e in affari equivoci, che spaziavano da partite di basket truccate alla gestione di casinò clandestini a Las Vegas.

Gli inizi di Rosenthal

Nel dare il via alle scommesse clandestine negli USA, Frank tecnicamente era un “handicapper” nel settore delle scommesse sportive e la sue prime inclinazioni per gli affari sporchi si sono attuate sulle tribune del Wrigley Field, lo stadio di casa della squadra di baseball Chicago Cubs. Era un grande tifoso dei Cubs e aveva spesso marinato la scuola per assistere alle loro partite, ma non passò troppo tempo prima che si ritrovasse implicato negli affari della mafia. Entrò a far parte di un giro di scommesse su partite truccate organizzate in combutta con la malavita.

Crescendo, Frank assunse un ruolo nel Chicago Outfit, un gruppo locale di italo-americani noto per azioni illecite. Data la sua passione per le scommesse, si trovò presto a gestire il più grande giro di gioco illecito del paese. Il suo ruolo era usare i fondi della Cicero Home Improvement, una società gestita da un mafioso, per corrompere i giocatori affinché effettuassero azioni quali subire strikeout, sbagliare un lancio o indirizzare intenzionalmente una battuta verso un esterno, spesso in importanti partite a livello nazionale.

I problemi

Il suo comportamento divenne talmente noto che le autorità lo scoprirono e dovette lasciare l’Illinois quando le accuse di corruzione sportiva bussarono alla sua porta. Trasferendosi perspicacemente a Miami evitò le accuse a suo carico ma non cessò il proprio comportamento criminale. Dalla sua nuova base in Florida, continuò a gestire le sue organizzazioni e divenne famoso su scala nazionale.

L’arresto e la non collaborazione con la Polizia

Alla fine Rosenthal fu chiamato a comparire di fronte alla sottocommissione per il gioco d’azzardo e il crimine organizzato a causa delle proprie azioni. Tuttavia, in classico stile malavitoso, si rifiutò di cooperare con le forze dell’ordine appellandosi al quinto emendamento della costituzione americana (nessun cittadino potrà essere obbligato, in qualsiasi causa penale, a deporre contro sé medesimo) 37 volte durante i procedimenti legali e pertanto non gli venne effettivamente imputata alcuna accusa. Era talmente restio nel collaborare al caso da non confermare nemmeno il fatto che fosse mancino, sebbene questo fosse ovvio anche dal suo soprannome “Lefty”. Venne arrestato numerose volte per gioco sporco ma sempre senza conseguenze, tranne una volta, per l’unica accusa di cui richiese il patteggiamento, secondo cui avrebbe corrotto un giocatore di basket dell’Università di New York affinché sbagliasse intenzionalmente dei tiri. Rosenthal era talmente controllato dalle forze dell’ordine che l’FBI aveva un dossier di 300 pagine su di lui.

 

 

Hai già approfittato dei bonus di benvenuto?

Non preoccuparti visita la home page del nostro sito casinoeslot.it, tutti i casino online sicuri ti aspettano! Non farti scappare i migliori bonus del 2019, INIZIA ORA A DIVERTIRTI!

Cosa ne pensate di tutto ciò? scriveteci o lasciate un commento!

Per qualsiasi informazione, contattaci.

SEI PRONTO A GIOCARE NEL MIGLIOR CASINO ONLINE?

CASINO ONLINE