NEGLI USA UN BLACKOUT FA SALTARE UNA VINCITA

28 Febbraio 2020 Pubblicato da Lascia il tuo commento

UNO SFORTUNATO BLACKOUT

Incredibile caso negli USA: un blackout ha fatto spegnere una slot poco dopo una vincita, niente premio per lo sfortunato: e non è la prima volta. I fatti: in Oklahoma, un uomo ha avuto la fortuna di centrare un jackpot da 8.470.000 dollari con una giocata da soli 1,25 dollari. Mentre i dipendenti del casinò festeggiavano con lui la vincita, la macchina si è spenta e una volta ripartita non ha più segnalato la vincita. Ed ecco il problema: il casinò si è rifiutato di pagare, anche se l’uomo  ha fatto in tempo a scattare una foto alla schermata vincente, prima del blackout. Ci sono però dei precedenti non andati a buon fine per il fortunato, o sfortunato, del caso.

LA VINCITA

Il luogo del fatto è Newcastle, cittadina in Oklahoma, e il protagonista è Maribel Sanchez, la sua storia ha dell’incredibile. L’uomo venerdì sera stava giocando alla slot machine collegata con un jackpot progressivo nazionale che sfiora gli 8.5 milioni di dollari. Ad un certo momento, grazie ad un colpo di appena 1,25 dollari, Sanchez ha visto la schermata della vittoria e dell’immensa gioia. Il jackpot da 8.470.000 dollari è vinto e nel giro di pochi secondo sono arrivati ispettori e dipendenti del casinò per festeggiare con il fortunato giocatore. Tutto rose e fiori, o quasi.

IL BLACKOUT

Cosa potrebbe andare storto in momenti come questi? Davvero da strapparsi i capelli ciò che succede: mentre la slot sta proseguendo con il suo processo di vincita, improvvisamente si spegne. Un normale blackout affermano subito i dipendenti: un classico errore di sistema, ma rincuorano il giocatore assicurando che dopo il riavvio della Slot tutto procederà per il meglio. La beffa, però, è atroce: alla riaccensione della slot machine non c’è traccia delle vincita e il Jackpot è di nuovo in palio per quasi 8 milioni e mezzo.

Per sua fortuna l’uomo aveva scattato una foto allo schermo con la vincita, poco prima del blackout, ma questo non è bastato per il casinò. La casa da gioco infatti si è rifiutata di pagare il jackpot, asserendo che a causa di un errore del sistema, la vincita non è stata confermata e per tanto non è possibile eseguire il pagamento. Maribel Sanchez si è subito affidato ad un avvocato, per far sì di sistemare la vicenda.

I PRECEDENTI

Non è la prima volta che un casinò Usa non paga il Jackpot vinto. Partiamo dal caso più famoso e celebre, quello di Katrina Bookman che si è vista prima assegnare e poi negare un jackpot da 43 milioni di dollari al World Resort Casino di New York. Una cifra clamorosa, da cambiarti la vita. Cosa era successo? Un problema nel sistema della slot in questione, in quanto la macchina avrebbe potuto erogare fino ad un massimo di 6.500 dollari e la vincita della donna era in realtà di appena 2,25 dollari.

Non finisce qui, perché cinque anni fa è toccato a Veronica Castillo illudersi davanti ad un jackpot da quasi 8.6 milioni di dollari. La donna stava giocando alla slot “Lucky Eagle”, a Rochester. Viene centrato il jackpot da 8.6 milioni, ma purtroppo la Castillo, in quanto il livello delle sue puntate prevedeva un massimale di 6.000$ dollari in vincite e il suo incasso reale venne conteggiato in 10,50 dollari, non fu mai premiata. Il casinò e la donna poi hanno trovato un accordo sotto forma di bonus ai tavoli e cibo gratis fino ad un valore di 6 mila dollari. Incredibile, ma vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *