STRATEGIE VINCENTI DEL BLACKJACK

16 Dicembre 2019 Pubblicato da Lascia il tuo commento

STRATEGIE PER GIOCARE MEGLIO AL BLACKJACK

Eccoci al nostro secondo appuntamento per quanto riguarda il Blackjack. Nella prima parte, e nel primo video che abbiamo allegato, abbiamo parlato delle regole generali, del come si gioca, del come funziona, del cosa serve per giocare. Il principale gioco da tavolo dei casinò, però, come tutti i giochi ha determinate situazioni da analizzare, quelle strategie che possono portare a migliorare il più possibile le varie “mani” delle nostre partite. Certo: la fortuna gioca comunque un ruolo importante, ma seguendo determinate linee guida possiamo tentare di trarre il massimo vantaggio dalla situazione in cui di volta in volta ci troviamo.  La strategia che stiamo per raccontarvi consiste in una tabella: scopriamola.

LA TABELLA: STRATEGIA PER IL BLACKJACK

Come potete vedere sotto, ecco la tabella in questione. Innanzitutto ricordiamo sempre che ci riferiamo alle partite giocate contro il banco, e non contro persona fisica, dunque in qualche modo cerchiamo di attenerci al regolamento e ad una sorta di strategia standard. Nel video giochiamo sul nostro sito dove sono presenti tutte le versioni demo sia delle slot machine che dei table.games ,Torniamo, dunque, alla nostra tabella: in essa vediamo le combinazioni possibili fra le nostre carte scoperte e quella del banco, e per ogni tipo di combinazione è segnalata la scelta ottimale, quella migliore possibile per cercare il miglior vantaggio. Poi di certo chiaramente non c’è nulla, ma seguendo queste combinazioni possiamo “aiutare” la fortuna a venirci incontro in una partita al blackjack.

ALCUNI ESEMPI

Passiamo ora a qualche esempio pratico.In ogni caso, nel video che abbiamo postato prima, ci sono diversi esempi concreti di gioco e di utilizzo live della tabella. Ecco solo alcuni esempi, ecco alcune situazioni dove potreste ritrovarvi al blackjack:

  • se ho un 12 e il banco ha un 5, “sto”, cioè nè chiamo carta, ne raddoppio e ne faccio “split”. Sempre se ho 12, faccio la stessa cosa anche in caso il banco abbia 4 o 6, in tutti gli altri casi (ovvero quando ho 12 e il banco ha qualsiasi numero diverso da 4, 5 o 6)
  • se ho 11, mi conviene raddoppiare in tutti i casi tranne che in uno, cioè quando il banco ha l’asso. In quel caso meglio chiedere una carta.
  • se ho un 8, in qualsiasi caso meglio chiedere una carta.
  • in caso di possesso di 13 o 14 o 15 o 16, la strategia è la stsssa, ovvero “stare” se il banco ha 2 o 3 o 4 o 5 o 6, e chiedere carta se ha una carta superiore a 6.
  • se ho 17, mi conviene in ogni caso stare, in quanto è probabile superare 21 e dunque perdere.

Questi sono solo alcuni dei tantissimi esempi che comunque sono presenti nell’utilissima tabella postata sopra. Il consiglio è quello di tenerla sotto mentre giocate le vostre partite: può tornare utile e potrete ottimizzare al meglio le vostre “mani”. Come strategia di base, è sicuramente un’ottima alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *